Info Turistiche


Cose da vedere in Piazza Grande

Ghirlandina, la Torre di Modena.
Alta quasi novanta metri unisce il romanico della base al gotico della cuspide. Iniziata nel 1261 e terminata nel 1319, il nome si deve al doppio giro di ringhiere che incoronano la torre come fossero ghirlande.
La Torre Ghirlandina  sarà aperta al pubblico tutti i giorni dal martedì alla domenica, in Settembre e Ottobre, con i seguenti orari: dalle 9e30 alle 12e30 e dalle 15.00 alle 19.00.
Costo biglietto 2 euro, 3 euro se comulativo con la visita anche al Palazzo Comunale .

La Pedra ringadora
È il grosso masso rettangolare di marmo collocato a pochi metri dal porticato del Palazzo del Comune. In epoca medioevale veniva utilizzata come palco per gli oratori, ma anche come luogo dove eseguire le sentenze di morte ed esporre i cadaveri.
Situata in Piazza Grande.

Il Duomo di Modena
È stato edificato dall’architetto Lanfranco nel sito del sepolcro di San Geminiano, patrono della città. Nel 1997 il tempio è stato inserito dall’Unesco nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Una tappa singolare: il curioso cosiddetto “seggiolino del boia”, così mimetizzato e discreto da non essere a volte messo a fuoco neppure da molti modenesi….
Nel museo del Duomo potrete trovare anche le otto metope (originali) poste al disopra dei contrafforti esterni, opera di un seguace di Wiligelmo chiamato Maestro delle metope, figure fantastiche in atteggiamenti originali e talora acrobatici, come le due donne sedute una delle quali è a testa all’ingiù, e che si pensa raffigurino gli abitanti delle regioni più remote della Terra, in attesa di ricevere il messaggio dell’evangelizzazione.
Il Duomo è aperto tutti i giorni della settimana, dalle 6.30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19.Le visite non sono consentite durante le celebrazioni.
I Musei del Duomo sono aperti dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Chiusura settimanale: lunedì.

Il Palazzo Comunale di Modena *
Che chiude col suo porticato il lato orientale e settentrionale di Piazza Grande, è oggi sede del Comune di Modena. Diversi sono gli ambienti che meritano di essere visitati.

La Sala del Fuoco (Palazzo Comunale di Modena)
E i suoi dipinti eseguiti da Nicolò dell’Abate nel 1546, raffiguranti gli episodi dell’assedio di Modena del 44 a.C.

La Sala del vecchio consiglio (Palazzo Comunale di Modena) *
Dove sono riproposti alcuni temi del mondo classico greco-romano,tutti ispirati ad un criterio moraleggiante di virtù civile.

La Sala degli arazzi (Palazzo Comunale di Modena) *
Con la raffigurazione della nascita dei poteri comunali, scene del trattato di Costanza e con l’omaggio che il Podestà riceve dai capi delle comunità del territorio.

La secchia rapita (Palazzo Comunale di Modena) *
Resa celebre dal Tassoni, è il simbolo della rivalità e delle lotte intercorse fra il Comune di Modena e quello di Bologna. La secchia può essere ammirata nel Camerino dei Confirmati.

*Le sale sono visitabili gratuitamente da lunedì a sabato 8-19 e tutte le domeniche dalle 9.30-12.30 (gratuitamente); mentre domenica pomeriggio e i giorni festivi 15-19 con ingresso a pagamento 2 euro. L’accesso alle sale storiche può non essere immediatamente garantito durante la celebrazione di matrimoni.

 

Gli orari di visita possono essere soggetti a modifiche per maggiori informazioni consultare il sito del Comune di Modena.

 

www.visitmodena.it (pagina istituzionale con informazioni turistiche generali sulla città) e accedere alla sezione “Eventi” per approfondimenti sugli appuntamenti in città nel week end 15-16 ottobre 2016;

www.modenatur.it per la promozione dei pacchetti turistici collegati all’evento;